Giuseppe Schisano e Francesco Galano, dopo anni di produzioni casalinghe di birra, decidono nel 2009 di partire con il progetto Birrificio Sorrento. Affascinati dalla storia del primo microbirrificio italiano nato proprio a Sorrento, il Birrificio St. Joseph di Peppiniello Esposito, intraprendono questo percorso a piccoli passi. Le prime birre sono prodotte in birrifici campani, nel frattempo che si compia il grande passo con il loro impianto di proprietà aperto a Massalubrense.

Senza abbandonare la propria filosofia, Giuseppe e Francesco continuano il lavoro sul territorio, con attività di supporto anche ai ristoratori, trasmettendo loro la cultura della birra artigianale, soprattutto in abbinamento al cibo, vista la forte vocazione ricettiva della Penisola Sorrentina. La voglia di migliorarsi sempre più e il desiderio di rendere il birrificio un luogo dove interagire con gli appassionati, spingono i due soci ad ampliare la sede di produzione con l’apertura della nuova struttura di Sorrento, che si aggiunge a quella di Massalubrense.

La nuova sede, dal nome Birrificio Sorrento Experience, è sicuramente più grande, con un laboratorio interno dedicato alla ricerca, oltre agli spazi per accogliere i visitatori, che possono assaggiare le birre e assistere alla fase produttiva. Questo è anche il luogo in cui prende vita l’iniziativa Birrificio Sorrento & Friends, che vede il coinvolgimento di tanti operatori della ristorazione e produttori in momenti di approfondimento della birra abbinata al cibo.

Tra le tante attività che si svolgono durante i giorni dell’evento, anche un concorso per homebrewers, che dallo scorso anno ha preso il nome di Birre in Riga. La competizione è dedicata alle produzioni casalinghe di Italian Grape Ale, birre con mosto d’uva, che rappresentano l’unico stile birrario italiano riconosciuto in tutto il mondo.

Posta un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *