BIRRIFICIO KARMA

Mario Cipriano - Birrificio Karma

Essere da dodici anni nel mondo della birra artigianale non è assolutamente poco, considerando che tutto il movimento è nato in Italia solo nel 1996. Sto parlando del Birrificio Karma di Alife, in provincia di Caserta, che apre le porte dell’impianto di produzione nel 2008, quando Mario Cipriano decide di trasformare la sua passione per l’homebrewing in lavoro. Mario lascia i pentoloni con cui realizzava la birra in casa e, dopo avere imparato l’arte brassicola presso il Birrificio Almond22 in Abruzzo, compra un piccolo impianto di 100 litri che gli ha permesso di mettere i piedi nel mercato della birra artigianale. Per circa 6 anni, nella prima sede ad Alvignano, questo impianto, tutt’ora in funzione per le birre speciali, ha sostenuto l’intera produzione di birra. Quando la richiesta è cresciuta, oltre ogni previsione, Mario decide di fare il grande passo e investire in una struttura ex-novo ad Alife, dove l’impianto di 12 hl e la cantina di 200hl sono il cuore di tutto. La nuova struttura permette una maggiore costanza di produzione e la capacità di fare cantina per avere la disponibilità sufficiente a soddisfare la richiesta di birra dall’Italia e dall’estero.La nuova struttura, visti i grandi spazi disponibili, sia al coperto che all’esterno, permette di ricevere anche tanta gente.

Non a caso nasce Kult, l’evento annuale che mette insieme ristoratori campani d’eccellenza, tutti riuniti per abbinare i loro piatti alle birre di Karma. Ogni anno Kult coincide con i festeggiamenti del compleanno, quindi c’è ancora più attenzione alle attività divulgative che permettono di avvicinare i consumatori al mondo delle birre artigianali in maniera consapevole. La gamma delle birre di Karma è molto ampia e spazia in tutto il panorama internazionale. Se in principio l’uso delle spezie era una delle pratiche più comuni tra le produzioni di Karma, oggi si fa un lavoro che tende a valorizzare le materie prime nel rispetto degli stili birrari tradizionali.Le continue evoluzioni hanno determinato l’introduzione di altre due linee di birre, Vagabonde e K, che affiancano la linea Classica, raccontano da una parte la continua voglia di viaggiare e scoprire nuovi aromi e sapori, dall’altra si entra nel mondo essenziale di Karma con birre semplici, dirette, senza fronzoli, destinate ad un pubblico giovane e dinamico. Della linea classica voglio ricordare la Carminia, American Ipa da 6,0 % vol; Marilyn, italian ale da 5,0 % vol; Amber Doll, ambrata al miele di castagno da 5,7 % vol; Cubulteria, belgian ale da 6,5% vol; Sumera, strong belgian ale da 7,5% vol; Centesimale, ItalianGrape Ale con mosto cotto di Pallagrello e mela annurca, da 7,5 % vol; Na’ tazzulella ‘e cafè, imperialstout da 8,5% vol. Il birrificio ha anche uno spaccio aziendale, dove poter comprare le birre e magari parlare con il birraio.